Ecco cosa direbbero le etichette degli alcolici che beviamo se fossero onesti

L’etichette delle bevande alcoliche fanno del loro meglio per convincervi a comprare il loro prodotto. Ma cosa succederebbe se invece di cercare di vendere se stessi, siano semplicemente onesti?

Diciamo la verità,la bevanda che si sceglie determinerà come andrà a finire la vostra serata. Credo che sia il momento di guardare oltre l’etichetta e scoprire che cosa nasconde la nostra bevanda.

Queste immagini, create da totalsororitymove.com, fanno proprio questo.
Date un’occhiata a queste etichette, e fateci sapere cosa ne pensate.

Info: totalsororitymove.com | graysonbc

 

Vodka

 

Vodka: operatore universale di pace tra donne.

Forse la vodka è la miglior cosa che abbia prodotto la Russia. Sei a dieta? Vodka soda. Sei stanco. Vodka e Red Bull. Hai bisogno di qualcosa con cui buttar giù le tur pillole? Be, forse questo meglio di no. Nulla crea nuove amicizie come la vodka, che riesce a creare quel clima di complicità e affetto tra donne.

 

Whisky alla cannella

Whisky alla cannella: Se il diavolo avesse una bevanda preferita, sarebbe questa.

Ha un sapore relativamente buono, non bisogna essere intenditori per berla, e sembra scendere giù che è un piacere. Questo è il motivo per cui è il male allo stato puro. Due cicchetti si trasforma in sei, e tutto ad un tratto, incominci a sentire caldo e una strana sensazione di formicolio. Il prossimo passò sarà svegliarvi chissà dove, pensando alla notte passata a fare chissà cosa.

 

Jack Daniel’s – Whiskey

Whiskey: non importa quanto tu sia virile avrai solo voglia di chiamare la tua ex e dirgli:” Mi manchiiiii”

Whiskey, la bevanda dei veri uomini in tutto il mondo. Si dice anche che faccia crescere peli sul petto. Non è la prima volta che si sente dire in giro che il whiskey faccia fare cose strane.

 

Jägermeister

Jägermeister: una linea sottile tra un incontro sexy e abbracciare la tazza del gabinetto.

Jag · er · mei · ster (sostantivo): “Sei come in una favola, c’è una pozione che sveglia la principessa addormentarsi e poi il principe azzurro inizia a baciarla? Beh, qui è quasi lo stesso, tranne che non ti svegli in un castello, ma in un college universitario con una cattiva reputazione”
Questa perla di saggezza viene da Phil Dunphy, ed è forse il modo migliore per descrivere il Jäger. A parte le sue capibilities accoppiamento Con la sua miscela segreta di erbe e spezie, alla fine di una serata il Jäger porta solo a una cosa: vomito.

 

Malibu – Rum al cocco

Malibu: così dolce, che vi garantirà una taglia dei pantaloni in più.

Se sei un principiante nel bere, è probabile che il tuo inizio sia quello di bere del buon vecchio rum al cocco. Non ti biasimo, è delizioso, quasi troppo bello per essere vero. Infatti non lo è: una bottiglia media di rum al cocco ha circa 1.700 calorie. Nel caso non lo sapeste, sono un bel po ‘di calorie.

 

Tequila

Tequila: spesso il precursore di decisioni sbagliate, come ballare sui tavoli.

Non c’è molto da dire sulla tequila – probabilmente sapete già tutto. Una volta che la tequila è nel vostro sistema, si risveglia in voi una sorta di fiducia segreta di cui non conoscevate l’esistenza. Improvvisamente, iniziate a pensare che siete i più belli dell’intero localee questo è solo l’inizio. Non so come la scienza possa spiegare, ma la tequila è quasi sempre la causa dietro ogni danza su una superficie elevata.

 

Vino

Vino: classico, ma abbastanza potente da indurre lacrime e dolore.

Vino: è la scelta più innocente nella pletora delle bevande alcoliche. E ‘elegante, maturo, e si può bere da preziosi bicchieri. Cosa c’è allora che non va? Oh, lacrime. Un sacco di lacrime. Sono convinto ci sia un ingrediente nel vino che attiva il folle in ognuno di noi, perché le notti in compagnia del vino finiscono sempre con un pianto. Nulla dice “Sono pronto per una vita di miserie” come le bottiglie vuote di vino a buon mercato.

Comments

comments